INCONTRO DOLCE CON LA CASSATA SICILIANA

To start the day in the best way, enjoythe extraordinary buffetbreakfast in the our courtyard caressed

LA REGINA… DELLA PASTICCERIA.

A Palermo, così come nel resto della Sicilia, tutti hanno mangiato la cassata, e almeno il 90% di loro, l’ha amata. La cosa curiosa però, è che nel resto del mondo sono davvero in molti a conoscere, per sentito dire, grazie a degli studi, ai viaggi, o a semplici immagini, la regina della pasticceria siciliana.

Quell’imponente dolce glassato e ricoperto di canditi, dai colori accesi ed allegri, sembra affascinare chiunque. Si dice che le sue radici siano antiche, addirittura che vi siano degli scritti risalenti alle dominazioni della Sicilia araba e normanna, ma poi in realtà, chi l’ha inventata la cassata?

Questo è un dubbio che non trova una specifica soluzione, ma che ha una parziale risposta che dà luogo al racconto di una storia molto interessante. Della storia di una vita interessante. Per farlo, però, si devono chiudere gli occhi e si deve viaggiare verso una Palermo in bianco e nero. Si devono chiudere gli occhi e si deve tornare indietro fino al 1800.

Tanti uomini indaffarati per garantire un pasto caldo ogni sera ai figli ed alle mogli. E ora si deve perfino immaginare che tra  persone, c’è qualcuno che il pane a casa lo porta grazie ad una passione innata. Non tutti certo, ma qualcuno sì. Qualcuno, come Salvatore Gulì che ogni mattina all’alba si reca nella sua pasticceria con il sorriso stampato sul viso, ma un sorriso sincero. Immergere le mani nella pasta frolla, dosare gli ingredienti e lasciare scivolare i granelli di zucchero tra le dita. Questo lo rende felice. E la felicità, la passione, in ciò che si fa si sa che portano lontano. Ovviamente se si è anche abili nell’arte che si sceglie. E il signor Gulì è abile eccome, ma cosa più importante ha tanta, tanta fantasia.

Nella mente, quando cucina, immagina ciò che può dare in più, ciò che può inventarsi. Ed è così che nel 1873 gli balena in mente un’idea: in quell’antico dolce, in quella amata torta di ricotta, perché non aggiungere un tocco di felicità? Un tocco di classe. E l’idea si trasforma in una meravigliosa zuccata da porre sulla cassata, e beh, quell’idea non è piaciuta solo a lui. Così, ad una mostra a Vienna, la cassata secondo Salvatore Gulì fa il suo debutto, e da quel momento in poi non cambia più look. I canditi e la ciliegina colorano ancora oggi le tavole dei siciliani ogni domenica.

Ogni cosa degna di nota non ha solo un inventore, ma deve la sua bellezza a chiunque abbia contribuito, chi più, chi meno, a migliorarla.

Lo chef Gianluca Interrante offre la possibilità di imparare a cucinare i piatti della tradizione siciliana a base di pesce di Sciacca, con un’esperienza accompagnata dai racconti della tradizione millenaria risalenti ai Greci, agli Arabi, ai Normanni ed ai Borboni.

Nella splendida cornice della costa siciliana si colloca Sciacca, una città di mare, adagiata tra Trapani e Agrigento, con il 2 ° porto più grande della Sicilia ricco di abbondanti tesori pronti per essere cucinati e mangiati.

Insieme allo chef durante la cooking class viene preparato un pasto completo di tre portate: iniziando con il piatto siciliano più tradizionale, ovvero la Caponata, arricchita dal famoso Gambero Rosa di Sciacca; seguita poi dal primo piatto più caratteristico della cultura siciliana, quale la pasta con le sarde fresche..ed a concludere una meravigliosa cassata siciliana fatta in casa, dessert nato più di 1000 anni fa.

Lo chef, molto disponibile e gentile, amante dell’insegnamento della cultura culinaria, è pronto ad aiutare nella preparazione dei piatti i suoi ospiti, descrivendone la storia e gli ingredienti, tagliando e toccando con mano unicamente prodotti locali e di altissima qualità. Alla fine della realizzazione poi, ovviamente ognuno potrà gustare i piatti preparati, rigorosamente accompagnandoli ad un bicchiere di vino prodotto nelle terre siciliane! Sicilian cooking class, per imparare a cucinare e, ovviamente a mangiare, come un siciliano!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito . maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi