Friuli Venezia Giulia: verdi boschi e bianche vette riflesse nell’acqua cristallina

To start the day in the best way, enjoythe extraordinary buffetbreakfast in the our courtyard caressed

“ Ora siamo nelle montagne e le montagne sono dentro di noi.”

            ( John Muir)

FriuliSituato nell’estremità Nord orientale del territorio italiano, confinante con Austria e Slovenia, il Friuli Venezia Giulia racchiude nel suo territorio un’ampia varietà di paesaggi. Si affaccia sul Mar Adriatico ed è circondata da grandi monti: le Dolomiti friulane, l’area più occidentale della montagna, che si fonde poi nella Valcellina, la Valle del Tagliamento e la Val Tramontina… considerate la parte più incontaminata dell’intero gruppo dolomitico, e nominate patrimonio UNESCO; il Monte Zoncolan, appartenente alle Alpi Carniche così come il Monte Coglians, vetta più alta della detta catena montuosa; e ancora molte altre montagne paradisiache colorano di bianco la meravigliosa regione.

Questi paesaggi unici costituiscono un vero e proprio scenario paradisiaco per gli appassionati di escursionismo e scialpinismo, di nordic walking, free climbing e ice climbing! Terra attraversata da molti popoli, confinante con altrettanti, oltre che nella sua natura paesaggistica è una regione ricca di molteplici storie e tradizioni. Influenzata fortemente dalla cultura latina, e dalla permanenza romana nel periodo Augusteo, è stata protagonista in tale scenario storico grazie ad Aquileia, che fu uno dei centri strategici per i romani: ricca di monumenti e siti archeologici particolarmente importanti proprio per il valore culturale e storico..Udine, cittadina friuliana, è pervasa da cenni storici differenti ed affascinanti: il Castello, la Cattedrale, Piazza della Libertà; a Trieste, capoluogo regionale, invece si nota subito Piazza Unità d’Italia, maestosa si erge nel centro della città, e piacevolmente si può attraversare il romantico Ponte Rosso, che attraversa il Canal Grande, canale che divide la città.

Friuli

Per chi pensasse poi che in Friuli Venezia Giulia ci si debbano aspettare solo meravigliose montagne, c’è a sorprenderlo la zona del Faro della Vittoria, che illumina il bellissimo e spettrale Golfo friuliano, e riporta le memorie dei caduti nella prima guerra mondiale.

A dominare l’antica Gorizia poi il suo castello medievale, ed addentrandosi imperdibile è il percorso del Giardino Viatori, splendido punto panoramico che consente di avere delle boccate d’aria fresca all’interno di una radura incontaminata. In stile medievale poi non si può perdere la vista del Ponte di Cividale del Friuli, situato vicino al centro storico dell’omonima cittadina, che secondo la tradizione sarebbe stato costruito dal diavolo in una sola notte, con l’aiuto di sua madre, che personalmente avrebbe portato in grembo il blocco che sorregge il
pilastro portante, in cambio dell’anima di chiunque lo avesse attraversato per primo.

La regione è adorata da molti per le varie possibilità che offre a chiunque la visiti: passeggiate nei boschi, arrampicate in montagna, vari sport da praticare nell’atmosfera ottimale che mette a disposizione.

Ed è proprio tra questi magici boschi friuliani che i più fantasiosi possono provare a realizzare il desiderio di incontrare personaggi mistici e surreali… sono infatti numerose le leggende che abitano questi spazi verdi di sbilfs carnici, simpatici folletti visibili solo agli occhi di chi è dotato di un cuore puro. O ancora di animali fantastici che abitino le acque dei freddi laghi: meravigliose macchie di blu si stagnano tra le montagne: il Lago artificiale di Sauris, che bagna la provincia di Udine, e specchia nelle sue acque le alte vette friuliane; il cristallino Lago del Predis, che lascia spazio soltanto al verde della natura circostante che si riflette in lui.

Caratteristiche locande e trattorie montagnole dove gustare piatti tutti nordici aspettano con allegria gli ospiti, con la gentilezza che contraddistingue gli abitanti del luogo: tutto ha inizio con il Prosciutto San Daniele, varietà di prosciutto crudo, che può senza alcun dubbio essere considerato IL prosciutto per eccellenza, che ha infatti proprio origine lì; o ancora il Salam Tal Aset, letteralmente salame cotto nell’aceto, un piatto per i più temerari, ma molto amato e accompagnato da polenta e cipolla! Poi la pasta orzo e fagioli, risotti e si arriva così al piatto friuliano per eccellenza: il Friso e Polenta, piatto composto con ingredienti poveri, quali formaggio cotto in padella con cipolla e patate, piatto che ha concesso ad uno chef friuliano di vincere Masterchef USA 2013.

Vini di qualità prodotti a km 0, tra i tanti il Carso Rosso, il Carso Glera ed il Carso Malvasia, originari guarda caso della zona del Carso, che vengono amati a livello mondiale grazie alla cura ed alla ricerca che vi sta dietro.. Sapori decisi che fanno ripercorrere attraverso il gusto tutti i procedimenti che li hanno preceduti, dalla raccolta dell’uva, al mosto, alla pigiatura…

Il Friuli è aria da respirare, è salute per il corpo e per la mente, è lunghe passeggiate, calde abbuffate e quella leggerezza che solo un buon vino sa donare!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.